Lancio Centro di Eccellenza Aletheia

09

09

19

16:00 - 20:00
Luiss Guido Carli

Viale Romania, 32, 00197 Roma RM

Il 9 Settembre 2019, presso la Sede di Viale Romania, 32 (Aula 200),  avrà luogo la presentazione delle attività di ricerca di ALETHEIA  (ἀλήθεια), il  laboratorio di ricerca del Luiss Data Lab,  fondato per promuovere la ricerca e lo scambio di conoscenza sui temi legati all’informazione, la correttezza professionale, la lotta alla disinformazione e la polarizzazione coatta nei media, on e offline.  All'evento parteciperanno scienziati sociali, data scientists, fact-checkers, giornalisti ed esperti tematici che si confronteranno sui temi legati alla disinformazione.  ALETHEIA, sotto la direzione di Gianni Riotta, promuove ricerche multidisciplinari, sperimentali che coniugano l’analisi classica della narrativa sociale e politica ai nuovi strumenti cognitivi, Big Data, Intelligenza Artificiale, Blockchain. ALETHEIA lavora anche sul contrasto delle distorsioni inflitte al sistema dell’informazione, sui social media e i media tradizionali, dalle cosiddette “fake news” alle artificiali polarizzazioni delle comunità’, che oltre alla disruption sui media di qualità inducono effetti nefasti per le società contemporanee dalla riduzione della fiducia nelle istituzioni, pubbliche o private, nell’autorevolezza della scienza, corrompendo cosi’ in modo negativo decisioni e opinioni dei cittadini. Per creare un nuovo benchmark di qualità, ALETHEIA promuove ricerca e dibattito tra ricercatori, giornalisti, fact-checkers, informatici, filosofi, scienziati e ogni altro esperto del settore per permettere una rapida e cogente dialogo sui temi dell’impatto tecnologico sulla disinformazione.  ALETHEIA crede in un set di valori e metodologie:

  •     scambio e confronto di tecniche, ricerche e analisi tra gli operatori;
  •     l’accesso a strumenti e tools di verifica dei contenuti online senza barriere perniciose;
  •     la creazione di un network internazionale di esperti  impegnati su questi temi;
  •     la formazione, dai ragazzi in età scolare agli anziani, i soggetti più esposti alle fake news,  sui temi di media literacy, quality journalism, trust and governance;
  • l’organizzazione di eventi, seminari, hackathon, conferenze su disinformazione, fact checking, equanimità e qualità nei media ;
  •   l’approfondimento di tematiche specifiche su salute, clima, e literacy, per formare un’opinione pubblica in cui lo spirito critico non sia smorzato dai new media;
  •   la collaborazione con l’osservatorio Europeo sulla disinformazione SOMA (Social Observatory for Disinformation and Social Media Analysis) e con il network nord Europeo EU REMID.