Luiss Data Lab è un centro di ricerca specializzato in new e social media, data science, digital humanities, intelligenza artificiale e narrativa digitale della Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli.

Il centro, fondato nel gennaio 2018, ha sede presso la Luiss School of Government, diretta dal professor Giovanni Orsina. Sotto la direzione di Gianni RiottaLuiss Data Lab svolge ricerca di base e applicata nel campo dei Big Data, delle nuove tecnologie e della trasformazione digitale, con una prospettiva multidisciplinare, quantitativa e qualitativa, comparativa e focalizzata su case studies politici, economici e sociali con narrative e videografiche ad hoc. Le attività  del centro di ricerca, con sede nello storico campus Luiss di Viale Pola 12, a Roma, includono la partecipazione a progetti di ricerca nazionali e internazionali, nonché la realizzazione e pubblicazione di paper, report e articoli su riviste scientifiche. Alle attività di ricerca si affiancano l’organizzazione e la conduzione di seminariworkshop e corsi accademici, a cura dei ricercatori del Data Lab. Tra le attività condotte dai ricercatori del Luiss Data Lab merita menzione particolare il lavoro sul tema disinformazione e fake news, con la partecipazione all’High Level Group dell’Unione Europea.

Per superare il problema della diffusione delle fake news, bisogna prima ricostruire la fiducia nelle istituzioni – nella scuola e nella scienza, bisogna ripartire anche dall’autocritica di giornalisti ed intellettuali, puntare sulla cultura

Gianni Riotta

Direttore Luiss Data Lab

Ultime news dal mondo

Corsi di Perfezionamento

Luiss Data Lab in collaborazione con la School of Government, organizza il Corso di Perfezionamento – Entrepreneurial Data Driven Journalism. Tra gli obiettivi consentire di far acquisire capacità nella gestione dell’analisi multidimensionale dei dati e di sviluppare nuove tecniche di comunicazione e narrazione digitale, nonché strategie applicate ai temi della sicurezza di tipo investigativo. Il corso fornisce inoltre gli strumenti, teorici e pratici, per utilizzare i Big Data e gli Analytics al fine di ottenere nuove opportunità di business.

A fronte dei cambiamenti in atto nel settore dei media e grazie all’introduzione di nuove tecnologie in grado di integrare il lavoro di giornalisti ed esperti, il ruolo dei dati nel mondo dell’informazione ha ormai importanza cruciale. Giornalisti, esperti nella comunicazione d’impresa del settore pubblico e privato, addetti stampa e specialisti del settore utilizzano quotidianamente i dati nel proprio lavoro. Una rinnovata attenzione ai dati e alle capacità di raccolta, elaborazione e utilizzo sono gli elementi di differenziazione per uno storytelling efficace e innovativo per testate tradizionali e online, ma anche per brand e aziende che abbiano necessità di content providers, data analysts, visualizzatori, storytellers. Un uso consapevole ed appropriato dei dati permette, inoltre, di comprendere e contrastare fenomeni di disinformazione contrari alla libertà di espressione.

Luiss Data Lab in collaborazione con la School of Government, organizza il Corso di Perfezionamento –  Big Data per la Pubblica Amministrazione. L’obiettivo del corso è quello di formare Government Data Scientists dotati di competenze tecnico/statistiche, nonché di capacità visualizzazione e presentazione dei dati. Il Corso fornisce know-how quantitativi e qualitativi grazie ai quali il Data Analyst è in grado di studiare, monitorare e capire specifici fenomeni sia in modo automatico, attraverso il machine-learning, sia semi automatico, con l’utilizzo di metodologie di near real time o nowcasting.

Progetto Horizon 2020 SOMA

Il Progetto Horizon 2020 SOMA “Social Observatory for Disinformation and Social Media Analysis” ICT 28d-2018 – Future Hyper-connected Sociality ha come obiettivo generale quello di supportare la comunità europea nell’attività di contrasto alla disinformazione. In particolare, SOMA si occupa di: promuovere l’uso di una piattaforma di verifica collaborativa per i fact-checker europei, mappare i principali attori dei social media europei utilizzando un servizio di mapping aperto; lavorare all’istituzione di una rete di centri europei per esperti e ricercatori sulla disinformazione nei social media; sviluppare un indice di trasparenza delle fonti.

Nell’ambito di SOMA, il Data Lab è responsabile dello sviluppo di algoritmi e software per l’analisi dei flussi di disinformazione sui social media. Nella pratica, questo significa identificare messaggi, notizie, commenti e, in generale, contenuti che siano falsi, tendenziosi o propagandistici, comprendere le dinamiche di diffusione di questi contenuti sui social media, identificando gli utenti che hanno un ruolo particolarmente attivo in tale processo e possibilmente ricostruendone le fonti.

Tra i tool che il Data Lab svilupperà per SOMA: uno scraper per la raccolta dati da Twitter; un filtro per la selezione, all’interno di un insieme di documenti, di testi che riportano o trattano o commentano una notizia di interesse; uno strumento per l’estrazione di un grafo – orientato agli utenti o agli hashtag – da dati di Twitter; un toolbox per l’analisi di grafi, dotato di strumenti di community detection, misura di centralità e identificazione di hub e influencer,  classificazione degli utenti in base al loro ruolo nelle connessioni intra- e inter-communityun software per eseguire topic modeling su un corpus di documenti; un classificatore per comprendere la polarizzazione di un determinato messaggio o utente nei confronti di un tema di interesse.

Oltre al Luiss Data Lab, i partner di SOMA sono: ATC (Athens Technology Center), leader di Progetto, esperto di tecnologie per la lotta alla disinformazione. ATC è responsabile dello sviluppo e della gestione delle piattaforme di content verification Truly Media e TruthNest, su cui si fonda la piattaforma SOMA. Pagella Politica, agenzia di fact-checking che mira a monitorare le dichiarazioni dei principali esponenti politici, al fine di valutarne la veridicità attraverso numeri e fatti. Aarhus University, università parte dell’High Level Expert Group on Fake News and Disinformation, in grado di fornire strumenti per la raccolta e l’analisi (semi-)automatizzata di big data e social data. T6 Ecosystems srl, società di consulenza e ricerca con grande esperienza in progetti nazionali ed internazionali, responsabile dello sviluppo di strumenti per valutare e misurare l’impatto della disinformazione.

La Mappa dei Migranti

La Mappa dei Migranti è un progetto di Data & Geo Storytelling sviluppato da Luiss Data Lab in collaborazione con Catchy, Alkemy Lab e Kode srl, con l’obiettivo di raccontare in forma visuale e spaziale dati, storie e volti dei migranti coinvolti nelle tragedie nel Mar Mediterraneo degli ultimi anni. Per la realizzazione del progetto sono stati raccolti, analizzati e elaborati gli open data del portale Missing Migrants sulle morti in mare a partire da dicembre 2013. I dati sono stati distribuiti geograficamente su una mappa di Geo Intelligence che considera le principali rotte migratorie del Mediterraneo centrale, Mediterraneo occidentale e Mediterraneo orientale. I dati raccolti e elaborati per ciascuna rotta sono stati accompagnati da singole storie di forte impatto giornalistico, accompagnate da foto emozionali offerte da Oxfam Italia e Medici Senza Frontiere. La mappa permette di filtrare dataset e narrazione per la specifica rotta migratoria, per un determinato periodo temporale e di distinguere le morti degli adulti da quelle dei bambini. La mappa dei migranti è raggiungibile al seguente link: http://migranti.catchy.buzz/. Da un punto di vista tecnologico, l’elaborazione dati si serve del dataset open di Missing Migrants e dei servizi di Geo Visualization Open Street Map e Mapbox. Il progetto sfrutta le moderne tecnologie di Geo Visualization e  Geo Intelligence per descrivere e visualizzare i dati in maniera puntuale ed efficace. La mappa dei migranti oltre ad inserirsi perfettamente all’interno delle linee di ricerca di Luiss Data Lab, copre uno dei temi che caratterizzano l’attuale dibattito socio-politico italiano e internazionale, rappresentando uno strumento di informazione e di eLiteracy. 

Data Intelligence e Reputation Analysis

Luiss Data Lab, grazie ai motori e alla collaborazione con la startup Catchy e Alkemy Lab, ha realizzato una ricerca di Social Data Intelligence relativa alla comunicazione esterna e interna, in entrata e in uscita dell’Università Luiss Guido Carli. Per Social Data Intelligence si intende la raccolta, l’analisi, l’elaborazione algoritmica e l’interpretazione dei flussi di conversazione che si muovono sui Social Network. I dataset raccolti si riferiscono agli account ufficiali del brand Luiss, oltre che dei principali Professori e Rappresentanti. I dati sono stati elaborati attraverso algoritmi di Big Data Analytics allo scopo di evidenziare: trend di attività e popolarità; analisi di rete e centralità; semantic analysis; sentiment analysis, analisi dei competitor (relazione tra la comunicazione Luiss e quella delle principali Università private italiane).

Osservatorio Permanente sull’Intelligenza Artificiale Decentralizzata

Nato a luglio 2018, in concomitanza con l’evento svolto a Roma presso il Luiss Loft, l’Osservatorio Permanente sull’Intelligenza Artificiale Decentralizzata ha come obiettivo l’estrazione di informazioni e l’analisi delle principali strategie adottate da startup, aziende e influencer. Gli studi di Data Intelligence condotti sui principali social network sono state presentate al pubblico in numerosi eventi nazionali a Milano, Roma, Bologna presso università, fiere ed appuntamenti tecnologici. 
L’Osservatorio è un radar sulle comunicazioni della rete, creato con l’obiettivo di fornire gli strumenti per analizzare e divulgare i temi più rilevanti e di tendenza legati alla Decentralized AI, e narrare il cambiamento in atto nella decentralizzazione dell’intelligenza artificiale attraverso ricerche, studi e riflessioni. L’Osservatorio, realizzato dagli sforzi congiunti del centro di ricerca Luiss Data Lab, Alkemy Lab e Catchy è sostenuto anche dalla Decentralized AI Community. 

Codemaster Tag

A giugno 2018, Luiss Data Lab ha collaborato al Project Work del Master in Codemaster di Talent Garden con l’obiettivo di realizzare una dashboard interattiva e navigabile che permetta di visualizzare attraverso infografiche – istogrammi, analisi storiche, trend temporali, elaborazioni statistiche – i dati provenienti dai social network che raccontano la realtà dell’Università Luiss Guido Carli di Roma. I ricercatori del Luiss Data Lab hanno portato avanti un’attività di tutoring e mentorship per tutta la durata del project work, accompagnando gli studenti dalla fase di ideazione e progettazione secondo modelli e tecniche di user experience design alla fase di sviluppo. Per la sperimentazione, è stato dato agli studenti: accesso ai dati “grezzi” raccolti sotto forma di CSV; accesso ai dati elaborati sotto forma di grafici esportabili; accesso agli endpoint API pubblici che espongono dati relativi ad elaborazioni statistiche sui dati raccolti.